ARGENTINA – Il Lanús ci crede ancora.

imageDopo due sconfitte consecutive, il Lanús torna a vincere. Stavolta, lo fa senza aiuti e polemiche – come successo nell’ultima vittoria contro l’Arsenal -, ma con un successo pulito e meritato. Il 2-0 con cui il Granate stende il Gimnasia La Plata riporta gli uomini di Barros Schelotto in testa alla classifica, seppur in coabitazione con il River e solo per 24 ore. Di sicuro, però, il campionato diventa più vivo che mai, in attesa che la sfida di stanotte tra Racing e River ci dia qualche indicazione in più sul favorito finale. Quanto alla partita, il Lanús la vince senza particolari problemi. Apre, dopo nemmeno 20 minuti, il solito Silvio Romero, con uno spettacolare sinistro al volo che non lascia scampo al povero Monetti. Nel finale, dopo un paio di occasioni sciupate da Benitez che avevano mantenuto in partita il Gimnasia, è arrivato il gol di Victor Ayala a sancire il 2-0 finale. Il Lanús raggiunge il River in testa alla classifica e prende posto davanti alla TV, aspettando stanotte per tifare – verosimilmente – per un pareggio.

La diciassettesima giornata si era aperta venerdì, con il successo 3-1 in rimonta del Banfield sul Quilmes (in gol, su rigore, anche il portiere Servio). Tra le partite di sabato, da segnalare soprattutto il “triunfazo” del Godoy Cruz sul campo del Vélez. Il Tomba, volato ora al decimo posto in classifica, si porta subito avanti con la doppietta di Ayovi, che oramai mette in porta ogni pallone che tocca. Il Vélez accorcia prima dell’intervallo con Pratto, ma viene surclassato nella ripresa dai gol di Cosaro e Dario Ramirez, che fissano il punteggio sul 4-1. Conquista i tre punti anche l’Atletico Rafaela, reagendo così alla sconfitta nella semifinale di Copa Argentina contro l’Huracán, che ridimensiona una stagione che resta comunque straordinaria. La vittima della Crema è il San Lorenzo, steso dalla prima doppietta della carriera di Lucas Albertengo. Infine, un Rosario Central senza uno straccio di titolare neanche in panchina pareggia sul campo dell’Olimpo, grazie alla rete di Acevedo che risponde a quella di Adrian Martinez. Nota a margine: quella di ieri è stata la giornata dei bomber. Pratto e Ayovi si portano a quota 9, mentre Silvio Romero è il nuovo goleador dall’alto dei suoi 11 gol. Ma stanotte potrà essere raggiunto da Bou e Téo Gutierrez (se sarà della partita) fermi a 10.