ARGENTINA – Estudiantes e Newell’s sul velluto, Olimpo da salvezza

Newell's travolgente
Newell’s travolgente

Epilogo finale vicino in Argentina, dove nella serata italiana di sabato sono andate in scena le partite che nella attuale classifica pesano di meno (a livello d’importanza). Nonostante ciò, è stato un turno che si è aperto in maniera esplosiva; 17 gol in 6 partite non sono pochi, distribuiti su quattro vittorie interne e due pareggi, uno a reti bianchi, dove comunque non sono mancate le emozioni.

GOLEADA NEWELL’S – Al “Coloso del ParqueNewell’s e All Boys non si giocano praticamente nulla; la Lepra infatti ha la quasi certezza di giocare la prossima Copa Sudamericana, mentre l’Albo è retrocesso da un paio di giornate e progetta già il futuro che – con la nuova riforma – gli potrebbe consentire di risalire in soli sei mesi. Sul campo intitolato a Marcelo Bielsa finisce 4-2, con il giovane talento Ponce che apre la contesa dopo solo due minuti e un Newell’s bravo – dopo il momentaneo pari di Arciero – a dilagare sempre con Ponce e l’ex Rafaela Castro. Il gol dell’interessante Calleri riapre solo in parte la gara, perchè se è vero che il risultato in bilico, è altrettanto palese di come la Lepra domini in lungo ed in largo. Il frutto di ciò è la bella segnatura di Maxi Rodriguez, a sette dalla fine.

ESTUDIANTES PRIMO – A ridersela però è l’Estudiantes, che a La Plata travolge un San Lorenzo in versione rimaneggiata (il Ciclón ha in testa solo il match di Belo Horizonte in Libertadores, dove troverà il Cruzeiro) mettendoci poco meno di un quarto d’ora. Infatti, al primo vero affondo Joaquin Corréa viene pescato molto bene da Jara sbloccando così gli equilibri, e lo stesso Jara – al 13° – raddoppia, coronando la sua ottima prestazione nella ripresa grazie alla doppietta personale. Il Pincha c’è.

LE ALTRE GARE – Nell’anticipo di venerdì un grande Olimpo si fa forte dell’ambiente piccante del “Carminatti” battendo, e inguaiando, il Godoy Cruz; a Bahia Blanca l’Aurinegro vince 3-1 grazie ai gol di Gil, del solito Valencia (fanno 7 centri per lui nel semestre) e ad un rigore di Blanco, inframezzati dall’inutile acuto firmato Rodriguez. Molto bene anche il Velez, trascinato da un Mauro Zarate in forma strepitosa; l’ex Lazio segna una doppietta, firmando di fatto il 2-0 ad un spento Colon. A Rafaela, uno stupendo gol di Albertengo apre Atletico – Tigre, ma nel Matadór gioca un certo Peréz Garcia, che a perdere non ci sta e si inventa il mancino del pari. Reti bianche, infine, ad Avellaneda, dove Racing e Central decidono di non farsi male.