Calciomercato Argentina – Clamoroso San Lorenzo, Pizzi scappa al Valencia!

Pizzi si libera clamorosamente dal San Lorenzo, dopo averlo condotto al titolo tanto aspirato, e si accorda col Valencia. Grana e Forlín a un passo dal Boca. Franco Mussis del Gimnasia LP vicino all’approdo in Europa. Pazza idea Lugano per il River.

Scelta coraggiosa quella di Pizzi: va al Valencia! (foto: olé.com.ar)
Scelta coraggiosa quella di Pizzi: va al Valencia! (foto: olé.com.ar)


CLAMOROSO PIZZI –
 A distanza di soli 5 giorni dalla vittoria del titolo che a Boedo aspettavano da 6 anni, Juan Antonio Pizzi decide di rompere il patto con il Ciclón, accettando l’offerta pervenutagli dal Valencia, che intende sostituire l’esonerato Đukić proprio con l’ex attaccante della formazione valenciana. Pizzi era legato al club di Bajo Flores per altre due stagioni (aveva rinnovato il suo contratto qualche mese fa, dopo la sconfitta nella finale di Copa Argentina) e per questo il duo Lammens-Tinelli (presidente e vice del San Lorenzo), alquanto deluso dal comportamento dell’allenatore sul quale aveva riposto tutta la sua fiducia, esige un risarcimento economico per la rescissione contrattuale. Ora per la dirigenza cuerva eleggere il successore di Pizzi sarà un problema non di poco conto.

Grana, probabile nuovo acquisto del Boca. (foto: olé.com.ar)
Grana, probabile nuovo acquisto del Boca. (foto: olé.com.ar)


CAPITOLO BOCA – 
La dirigenza boquense, capeggiata dal presidente Angelici, ha quasi definito i due acquisti possibili in questa sessione di mercato (l’AFA infatti concede solo 2 acquisti per la sessione di fine anno). Si tratta di Hernán Grana, terzino destro dell’All Boys, e di Juan Forlín, attualmente in forza all’Al Rayyan (Qatar). Si attende l’ufficialità nella giornata di sabato, almeno per quanto riguarda il giocatore dell’Albo. Il primo arriverebbe in prestito per 1 anno con diritto di riscatto e andrebbe a coprire forse l’unico vero ruolo scoperto della rosa Xeneize. Bianchi è stato costretto spesso ad adattare centrocampisti o difensori centrali (vedi Méndez, Caruzzo, Erbes). Il secondo rinforzerebbe la batteria di centrali a disposizione del Virrey dopo l’addio di Ribaír Rodriguez, per il quale non è stato esercitato il diritto di riscatto per la metà del cartellino, e il semestre poco convincente del Chiqui Pérez. In realtà Bianchi vorrebbe portare alla sua corte Paolo Goltz del Lanús ma Angelici ha subito messo in chiaro che il Boca acquisterà solo giocatori in prestito per non danneggiare il bilancio del club, poiché non sono arrivate cessioni eccellenti. È infatti ormai consolidato che, se non arriveranno offerte monstre dall’Europa, Sanchez Miño rimarrà a Casa Amarilla.

Pazza idea Lugano per la Banda! (foto: olé.com.ar)
Pazza idea Lugano per la Banda! (foto: olé.com.ar)


CAPITOLO RIVER – Enzo “el Principe” Francescoli
, come già noto, farà parte della nuova missione “tutti uniti per la camiseta” voluta dal neopresidente D’Onofrio, che ha intenzione di riportare a stretto contatto col mondo Millonarios più vecchie glorie possibili, per supportare la squadra in questo momento di difficoltà. Francescoli non possiede ancora un suo ufficio ma ha già iniziato a lavorare da dietro le quinte: si vocifera che sia in continuo contatto con Diego Lugano per convincerlo a venire a Nuñez. Se così fosse e se riuscisse nel suo intento sarebbe davvero un bel colpo, considerando che già così la difesa del River è stata la meno battuta del campionato.
Alla società riverplatense, inoltre, è stato offerto el Papu Gomez, che in Ucraina sta vivendo un periodo di ambientamento a dir poco complicato e vorrebbe quindi trasferirsi. Questa, secondo indiscrezioni, sarebbe l’alternativa al proibitivo acquisto di Ignacio Scocco.
Da definire la situazione di Jonathan Fabbro, in odore di cessione.

Caruso Lombardi, papabile nuovo DT del Sabalero. (foto: olé.com.ar)
Caruso Lombardi, papabile nuovo DT del Sabalero. (foto: olé.com.ar)


CHI AVRÀ IL CORAGGIO DI ALLENARE IL COLÓN? – 
I tre candidati alla presidenza del Sabalero rimasti in corsa, a pochi giorni dalle elezioni, hanno già pronti i loro nomi per occupare il posto vacante di DT della squadra rojinegra.
L’avvocato Luis Hilbert (già ex dirigente del Colón) conta di convincere Caruso Lombardi, che ha appena abbandonato l’Argentinos per evitare lo stress che comporta allenare una formazione in perenne lotta per non retrocedere e quindi poco propenso ad una nuova sfida impossibile.
Il nuovo che avanza, Ricardo Magdalena, nel caso venisse eletto nominerà Francisco Ferraro (allenatore del Colón vicecampione nel 1997) direttore sportivo. Ex giocatori del club quali Adrián “Chupete” Marini, Rodolfo Aquino, Juan José Ferrer, Mauricio Risso e Pedro Uliambre andrebbero ad occuparsi del settore giovanile. L’allenatore prescelto sarebbe José “Pepe” Romero.
Fonti vicine al terzo candidato Eduardo Vega, medico della società negli ultimi 22 anni, assicurano che se dovesse risultare vincitore, sulla panchina del Sabalero arriverà l’uruguagio Jorge Fossati.

Bomber: il ruolo più ricercato nel mercato attuale! (foto: olé.com.ar)
Bomber: il ruolo più ricercato nel mercato attuale! (foto: olé.com.ar)


VARIE ED EVENTUALI, ALLA RICERCA DEL 9 PERDUTO  – 
Il 21enne centrocampista Franco Mussis, messosi in luce con la maglia del Gimnasia LP, sarebbe vicino al grande passo: il Copenaghen avrebbe offerto 3 milioni di dollari. È seguito anche dal Metalist Kharkiv, sempre pronta a rinfoltire la colonia di argentini già presente in Ucraina. Per sostituirlo (considerati anche gli infortuni di Meza e Fernández) il Lobo starebbe pensando a Galmarini. Il Godoy Cruz, sfumate le piste che portavano a Rubén Ramírez prima e Mauro Matos poi, proverà a prendere Castillejos, punta del Rosario Central. Matos è seguito anche dal Gimnasia LP che lo vuole fortemente (sondaggi per l’attaccante dell’All Boys sono stati fatti anche dalla U de Chile). Il Newell’s, anch’esso alla ricerca di un delantero dato che Trezeguet tornerà al River, sarebbe interessata al palermitano Paulo Dybala che però ha dichiarato di voler rimanere in Italia. Difficile il ritorno dell’idolo indiscusso Nacho Scocco.
Uno Scocco che è finito sul taccuino del San Lorenzo insieme a Nico Blandi, emarginato al Boca. Obiettivamente sono due operazioni economicamente difficili da realizzare per il Ciclón. Dopo l’ottimo semestre dell’Atletico Rafaela, Diego Vera, uno dei punti di forza della squadra, ha ricevuto offerte interessanti dal Messico. La dirigenza valuterà attentamente. Il Lanús vorrebbe riportare Sebastián Blanco a Buenos Aires: lui, in preda alla nostalgia, vorrebbe tornare a casa ma è tutta da verificare la volontà del Metalist di privarsene.
Infine chiudiamo con Emanuél Mas, esterno di sinistra del San Lorenzo, che è finito, secondo quanto afferma la “Gazzetta dello Sport”, nel mirino della Roma di Sabatini, gran conoscitore del calcio sudamericano.

  • Stefano

    è proprio vero che ormai le bandiere non esistono più nel calcio.
    A parte le eccezioni dei Zanetti,Buffon e Gerrard.
    la domanda “chi avrà il coraggio di allenare il Colon ?” è dimostrativa ma a dir poco inquietante.
    Come se fosse il colon e non il “Colon” per chi lo allenerà.

  • Alex Cizmic

    Salve,
    un tempo era più semplice costruire i miti delle bandiere. Si era più sedentari e molte frontiere erano chiuse. Oggi molti giocatori (ma questo vale anche per altre professioni) preferisce esplorare il mondo, girare, conoscere…poi per carità spesso e volentieri entra in gioco il discorso economico e ciò dipende dalle aspirazioni di ciascun individuo. Ecco, penso sinceramente che la globalizzazione e una certa cultura, nata recentemente, di conoscere il nuovo non siano cause da scartare.

    Per quanto riguarda il Colon penso che ci voglia veramente fegato per prendere in mano una squadra già con la testa alla B Nacional. Significherebbe quasi sicuramente fallimento. Chi si siederà sulla panchina del Sabalero dovrà essere niente di più che un enorme motivatore (Caruso Lombardi? Difficile ma vedremo).