Argentina: Capoliste a confronto, per San Lorenzo e Boca arrivano le insidie

La ventiduesima giornata di Primera Division rappresenta un vero e proprio viatico per le due capoliste del campionato. San Lorenzo e Boca Juniors sono chiamate a non fallire l’obiettivo, perchè il “premio” potrebbe essere decisivo per le sorti del campionato.

Ostacolo Banfield per il San Lorenzo (Telàm)
Ostacolo Banfield per il San Lorenzo (Telàm)

Già, perchè con i sei punti di vantaggio sul Racing – prima inseguitrice – le due corazzate hanno la possibilità di andare in fuga mettendo definitivamente fuori gioco tutte le altre pretendenti al trono. Però non sarà facile; Banfield e Gimnasia-LP sono due tra i peggiori clienti da trovare in questo preciso momento della stagione, in quanto entrambe arrivano da un buon filotto di risultati positivi. Soprattutto il Taladro, nove punti nelle ultime tre gare, trascinato dalla vena realizzativa di Giovanni Simeone, uno che al “Florencio Sola” pare aver trovato l’ambiente ideale per esplodere. Discontinuo in trasferta invece il Lobo, che però davanti ai propri tifosi ha vinto sei delle ultime sette partite. Tra l’altro gli Xeneizes arrivano all’appuntamento con parecchi dubbi in formazione: da Gago a Tevez, da Orion a Perez, in settimana ci sono stati diversi problemi fisici che hanno complicato il lavoro di Arruabarrena.

LE INSEGUITRICI – Dopo due sconfitte consecutive, il River Plate apre le porte del Monumentàl all’Huracan, fresco di goleada al Tigre in Sudamericana (5-2) con un Espinoza in grande spolvero. L’esterno, che asi è fatto apprezzare anche con la sub20, ha battuto il Matador quasi da solo con una tripletta, ed anche in campionato è risultato uno dei più decisivi, tanto che proprio il River sembra avergli messo gli occhi sopra. Sulla sponda millonaria le cose non vanno benissimo, soprattutto perchè il mercato in uscita sta decimando il gruppo di Gallardo. Contro l’Huracan, visto l’addio di Funes Mori, dovrebbe giocare titolare Eder Alvarez Balanta, con l’obiettivo di (ri)dargli minuti e poi fareplusvalenza anche con lui. Trasferta santafèsina per il Rosario Central, che fuori casa non ha mai rubato l’occhio ma ha in dote un ritrovato Marco Ruben, capocannoniere del torneo. Nel Tatengue occhio a Malcorra, perfido calciatore di punizioni. Il Racing sarà invece impegnato a Mendoza, dove affronta il Godoy Cruz in crisi da quasi due mesi. L’Académia è pero campionessa nel complicarsi la vita, ed anche l’ostacolo Tomba potrebbe rivelarsi fatale se preso sotto gamba.

LE ALTRE GARE – Piena di fascino è la sfida tra Independiente ed Estudiantes, dove però le due blasonatissime compagini si giocano poco se non gloria e punti Promedio, con il Diablo che comunque ha la testa alla Sudamericana. Il Lanus, anch’esso impegnato in coppa, riceve nel posticipo il Nueva Chicago, reduce da due successi di fila. Posticipo anche per il Belgrano, impegnato in casa contro l’Olimpo. Completano il turno Newell’s – Colon, Argentinos – Crucero del Norte, Arsenal – Tigre, Quilmes – Temperley, Aldosivi – San Martìn, Velez – Defensa e Sarmiento – Atletico Rafaela.

SCOMMETTI GRATIS SUL CAMPIONATO ARGENTINO CON I NOSTRI PRONOSTICI