ARGENTINA – Barsottini riprende Maxi: Newell’s bloccato in casa

IMG2

Poteva andare meglio. Decisamente meglio. L’esordio casalingo del Newell’s lascia il proverbiale amaro in bocca ai tifosi della Lepra, che nella serata in cui la squadra gioca la prima gara di questo Transicion in casa riempiono il “Coloso del Parque” in ogni ordine di posto. Contro il Gimnasia di La Plata finisce 1-1, nonostante nell’arco dei novanta minuti sia proprio il Newell’s a far vedere le cose migliori. Ma un gol di Barsottini rovina la festa.

DOMINIO LOCALE – Nel primo tempo, sotto gli occhi di un interessatissimo Gerardo Martino (tifoso e fresco di nomina come ct dell’Argentina), i ragazzi di Raggio iniziano davvero forte; il giovane allenatore sceglie la riproposizione del tridente che sette giorni fa ha domato il Boca, con il confermato Tevez da una parte e Maxi Rodriguez dall’altra, sgravato da molti compiti tattici. In mezzo, ovviamente, Ignacio Scocco: è proprio lui a lanciare il primo avvertimento verso la porta di Monetti, bravo al 7° minuto a strozzare l’urlo in gola al “figliol prodigo”. Dominante soprattutto in mezzo al campo, la Lepra corre e crea, ma non riesce a mordere come ai bei tempi di Martino, e questo inevitabilmente crea paura nella testa dei giocatori che – sistematicamente – sbagliano sempre l’ultimo passaggio.

RIPRESA CON GOL – Con il Lobo in perenne stato di allerta, il Newell’s riesce a sbloccare la contesa nella prima metà della ripresa. Merito del giovane Tevez, che su un ribaltamento di fronte arma una bell’azione sulla “banda” esterna e appoggia a Victor Figueroa, bravo a fornire un rimorchio ed andare al tiro. Il destro del centrocampista si infrange sul palo, ma sotto porta c’è pronta la Fiera Rodriguez che ribatte in porta e sentenzia Monetti. Il gol però scuote paradossalmente gli ospiti, bravi a capitalizzare l’unica mezza palla che capita nell’area di Ustari: Corvalan commette un’ingenuità e concede una punizione calciata magistralmente da Licht, e nella mischia spunta Barsottini per l’immeritato 1-1.

SERATA CALDA – Questa sera sono invece in programma quattro partite. Si parte alle 20 ora italiana, in quel di Bahia Blanca, dove al “Carminati” si affrontano l’Olimpo ed il Tigre con in palio tre punti importanti. Se nell’Aurinegro si cerca di non rovinare il discreto semestre passato, al Tigre traballa la panchina di Alegre che – dopo aver perso definitivamente Perez Garcia – ritrova Carlos Luna, possibile titolare questa sera. Subito dopo c’è un altro scontro salvezza da non perdersi: sarà l’esordio casalingo del Banfield, con il Taladro di Almeyda che ospita il Defensa y Justicia. Chiudono la serata Velez – Arsenal ed Estudiantes – Independiente; al “José Amalfitani” il Fortìn riceve Martin Palermo con il ritrovato Lucas Pratto di punta, mentre a La Plata il vincitore avrà la possibilità di portarsi in vetta a punteggio pieno.