Argentina, all’Estudiantes l’anticipo del venerdì. Velez contestato

(Taringa.net)
(Taringa.net)

Sul campo neutro del “Centenario ” di Quilmes si è aperta la nona giornata di Primera Division argentina. L’Estudiantes di Mauricio Pellegrino vince l’anticipo, regolando 3-2 un Velez che – dopo lo scialbo 0 a 0 casalingo contro il Rafaela – non coglie l’occasione di rilancio per avvicinarsi al River Plate in classifica.

LE PAROLE A CALDO – Sono proprio i due tecnici a commentare la partita pochi istanti dopo il fischio finale. “Dovevamo vincere perchè era necessario dare un segnale ai nostri tifosi – dice Pellegrino – abbiamo giocato un’ottima gara contro una squadra che ci ha messo in difficoltà“. “Turu” Flores invece mastica amaro: “La sconfitta ci fa male, soprattutto dopo il buon primo tempo che dovevamo chiudere con ampio vantaggio. E la cosa peggiore sono gli insulti della nostra gente, questi ragazzi non lo meritano“. L’episodio al quale si riferisce l’ex secondo di Gareca in realtà è della scorsa settimana, quando a fine partita la barra del Fortìn ha preso a male parole la squadra. Ne è uscita un’accesa discussione nella quale il portiere Sosa è quasi venuto alle mani con un gruppo di persone, separati solo dalle forze dell’ordine.

LA PARTITA – In campo invece ci si diverte tantissimo. Il Velez è protagonista della prima frazione, perchè dopo essere passato in vantaggio grazie ad un calcio di rigore trasformato da Pratto, sfiora ripetutamente il raddoppio senza mai affondare. Una bella parata di Sosa su Carrillo permette alla compagine di Liniers di chiudere in vantaggio il primo tempo, ma sui calci piazzati la difesa “fortinera” è un pianto e – ad inizio ripresa – Carrillo incorna la palla del pareggio. Pochi minuti dopo, un altro spiovente da destra crea scompiglio: Sosa si scontra con Desabato e Roman Martinez insacca la palla del sorpasso. Il resto succede nel finale; Romero si mangia l’occasione del pareggio, Aguirregaray segna il 3-1 sul capovolgimento di fronte e chiude i giochi. Rendendo inutile la rete nel recupero di Cubero.