Argentina 1a giornata-River la festa continua,Acosta punisce il Boca

Aspettando la fine di questa prima giornata di campionato, con i match Aldosivi-Colon e Temperley-Patronato, nella domenica argentina si sono giocate 6 partite:

Tigre 0-3 Estudiantes

L’Estudiantes fa visita al Tigre, dopo il successo 1-0 con il Belgrano in Copa Sudamericana e conferma il suo buon momento di forma imponendosi con un netto 0-3 al Monumental de Victoria. Il primo gol arriva allo scadere del primo tempo,sugli sviluppi di un calcio di punizione di Solari , Bailone risolve da posizione ravvicinata una mischia nell’area piccola. Il Pincha parte forte e dopo un minuto della ripresa trova anche il 2-0, con un’azione nata da un fallo laterale dalla sinistra, il pallone arriva a Bailone che mette  un cross basso in mezzo su cui si avventa Lucas Rodriguez che anticipa il portiere e complice anche una difesa locale con la testa ancora negli spogliatoi, insacca per il raddoppio. Azione molto simile a quella per il gol che chiude il match al 66′ con Bailone che mette un altro cross dalla sinistra e stavolta sbuca Damonte che batte Galmarini sul primo palo.

Belgrano 0-1 Indpendiente

L’Independiente di Milito trova le conferme che cercava, dopo il 2-0 inflitto al Lanus in Copa Sudamericana, si impone anche a Cordoba contro un Pirata ferito, reduce dal brutto ko subito a La Plata con il Pincha. Al minuto 26 Cuesta va vicino al gol con un colpo di testa che finisce però sopra la traversa. Tre minuti più tardi  arriva la rispota dei padroni di casa con un filtrante di Saravia per Velasquez che prova a beffare Campana con un pallonetto, ma il pallone esce di poco. Al 34′ la partita si sblocca, grazie ai due esterni di Milito, con Fernandez che opera un cambio campo di 80 metri per la corsa di Rigoni  che calcia sul primo palo e sorprende Olave che si aspettava un cross, per il più classico dei gol degli ex. Il Belgrano prova a reagire in due occasioni nel corso della ripresa con Bieler e Aveldano senza però riuscire a pareggiare.

Quilmes 0-1 Newell’s

La Lepra espugna il Centenario di Quilmes, 1-0 grazie ad un gol di Nacho Scocco su rigore. Dopo una prima frazione divertente con i 2 portieri impensieriti da Scocco e da Mercier, nel secondo tempo gli ospiti rimangono in 10 per l’espulsione di Diego Mateo. Nei minuti finali però viene fuori il talento dell’ex AEK Atene che realizza il rigore che lui stesso si era procurato saltando due avversari per poi essere steso all’ingresso in area.

River Plate 4-1 Banfield

Il River festeggia nel miglior modo possibile l’esordio in campionato con un sonoro 4-1 ai danni del Taladro. La squadra di Gallardo parte forte e dopo soli 3 minuti si porta avanti con un colpo di testa di Driussi, che realizza il secondo gol stagionale dopo quello realizzato nella Recopa. A sei minuti dal termine della prima frazione arriva il pari della squadra di Falcioni con un cross del Mago Erviti che innesca il colpo di testa del Tanque Silva che batte Batalla e  trova il gol numero 9 in carriera alla Banda,approfittando della marcatura approssimativa dell’ecuadoriano Mina. La seconda metà si apre con il gol del Pipa Alario che approfitta della respinta corta del difensore Prosperi. Il River poi fa vedere a tutti la forza del suo attacco, dando un segnale chiaro anche al nuovo arrivato Larrondo, con il gol di D’Alessandro che conclude a rete dopo il palo del Pity Martinez e al 72′ trova  il 4° gol proprio con l’ex Huracan che approfitta del cattivo disimpegno della difesa biancoverde.

Lanus 0-1 Boca Juniors

Lo scontro più atteso della giornata se lo aggiudica il Lanus di Aguirre che esclude a sorpresa Sand dall’undici titolare Bryan Montenegro. Al 2° minuto Almiron conclude dal limite ma Sara non fa rimpiangere Orion e toglie un pallone che sarebbe sicuramente finito sotto l’incrocio. Al minuto 13 Benedetto ha l’occasione di trovare la prima gioia in maglia azul y oro ma il suo piattone destro è troppo debole e Braghieri salva il pallone sulla linea. Il granate gioca meglio mentre il Boca è troppo frettoloso  non sembra aver assimilato ancora il 4-2-3-1 di Schelotto. Al 38′ laucha Acosta va via a Vergini che lo stende in area, ma la definizione di Montenegro dal dischetto finisce in curva. All’inizio del secondo tempo Aguirre  cambia e getta nella mischia Sand, che dopo 2 minuti dal suo ingresso innesca Moreno che salta Sara ma colpisce il palo. Moreno non si arrende però e al minuto 66′ dopo un azione caparbia sulla corsia di sinistra va via a Insaurralde e mette in mezzo per Sand che colpisce un altro palo, ma poi arriva Acosta per il tap-in vincente. Schelotto allora cambia e inserisce la panterita Bou e el wachiturro Centurion per Castellani e Benedetto,lasciando in campo Tevez, (ormai lontano parente di quello visto con la maglia della Juve) con un Boca che cerca più insistentemente il pari ma senza creare molti pericoli alla difesa dei campioni in carica. Finisce 1-0 con un Boca senza gioco e senza idee, che si affida al talento del singolo (Pavon e Centurion quando è entrato) e con una difesa ancora da registrare, però i giocatori ci sono e il tempo anche, ora tocca al Mellizo dare un’impronta alla sua squadra. D’altro canto bene il Lanus che non aveva giocato male nemmeno nell’impegno infrasettimanale con l’Independiente e che adesso deve pensare al ritorno proprio al Libertadores de America.