Argentina 17a giornata: il San Lorenzo agguanta la vetta, solo 1 punto per Newell’s ed Estudiantes.

La 17a giornata si è aperta con il pari per 1-1 tra Patronato e Newell’s,  ennesima occasione sprecata per gli uomini di Osella per agganciare il Boca in vetta alla classifica. Il Patronato si porta in vantaggio poco prima della fine del primo tempo grazie al gol di Telechea, mentre nella seconda frazione La Lepra rosarina aumenta il ritmo del proprio gioco e trova il gol del pareggio in maniera anche un po’fortunosa, con il solito Scocco che supera Bertoli con un delizioso tocco sotto, ma è Andrade che cercando di spazzare via il pallone lo infila nella propria porta. Nei minuti finali il NOB va vicinissimo al gol della rimonta con Joel Amoroso che a colpo sicuro calcia verso la porta ma è incredibile la risposta dell’estremo difensore Bertoli che para con il ginocchio e salva i suoi. Il Newell’s raccoglie tuttavia un buon punto in uno dei campi più ostili da espugnare di tutto il campionato ( l’ultima sconfitta interna del Patronato risale allo scorso Settembre contro il Gimnasia), mentre la squadra di Forestello sale a quota 22 punti in 16a posizione.

Rosario Central 1-0 Tigre

Al Gigante de Arroyito il Central  consegue la sua seconda vittoria consecutiva dopo quella col Quilmes, con il medesimo risultato. il tecnico Pablo Montero deve fare a meno nell’undici iniziale di Herrera che da forfait poco prima del match, e allora al fianco di Marco Ruben in avanti c’è Teo Gutierrez. L’avvio della partita è tutto a tinte rosso-blu, con il matador molto più pericoloso dei padroni di casa, soprattutto col Chino Luna e con Alexis Castro. Nella ripresa gli ingressi di Lovera e Colman cambiano la partita, con l’ex Trabzonspor che offre l’assist  a Teo per il gol dell’1-0 finale. Molto buona anche la prova del trequartista classe 99 autore di alcuni colpi che possono far intravedere già una futura plusvalenza, sulle orme di Cervi e Lo Celso. Il match finisce 1-0 col gol decisivo del colombiano che non doveva nemmeno giocare dall’inizio, chissà che questa vittoria per come è maturata non possa far invertire la rotta alla squadra di Montero, rilegata al 17esimo posto ma con delle potenzialità nettamente superiori rispetto a tante altre che occupano posizioni migliori nella classifica.

San Lorenzo 3-0 Quilmes

Finalmente una prova convincente da parte della squadra della Fiera Aguirre, che domina per tutto l’arco della partita, ma è nel finale grazie anche all’espulsione di Sarulyte, che lascia il Cervecero in inferiorità numerica per largo tempo della ripresa. Il Ciclon si porta in vantaggio al minuto 75 con il gol del Pocho Cerutti che conclude sullo splendido assist dell’ex meteora del calcio italiano Ruben Botta. Tre minuti più tardi è il neoentrato Avila che confeziona il gol del 2-0  in contropiede, mentre nel terzo dei minuti di recupero Avila si dimostra anche altruista servendo Blandi che da due passi non può sbagliare. Aggancio riuscito per il “Santo” in testa alla classifica, aspettando l’esito dell’incontro di stasera tra Boca e San Martin.

Banfield 3-1 Union

Dopo le 2 sconfitte con l’Olimpo e il Boca, il Banfield di Falcioni trova la prima vittoria del 2017 in rimonta sull’Union. Partono forte gli ospiti con il colpo di testa di Gamba che sembra far presagire un’altra giornata avara di vittorie per il Taladro. Immediata però la risposta dei padroni di casa che al 12 minuto trovano il pari grazie all’ex Boca e Nizza, Dario Cvitanich ben servito da Nico Bertolo. Alla mezz’ora di gioco la rimonta è completa, con ancora Cvitanich e Bertolo protagonisti ma a parti invertite, infatti è l’ex Palermo a trafiggere Fernandez stavolta. Nella ripresa la partita si chiude al minuto 57 con il gol di Cecchini, che a porta sguarnita non  sbaglia, dopo l’errore grossolano di Bertolo che liscia il pallone da distanza ravvicinata. Si rialza dunque la squadra del sud di Buenos Aires che sale in 5a posizione a 30 punti aspettando i risultati delle altre. Sconfitta pesante per i santafesini, probabilmente ancora sotto shock dopo la sconfitta nel derby col Colon della scorsa settimana.

Racing 2-1 Godoy Cruz

Grandi festeggiamenti per  l’Academia  per i suoi 114 anni ma anche per una vittoria arrivata nei minuti di recupero grazie alla Pantera Bou. Dopo un primo tempo in cui fioccano le occasioni da gol per la squadra di Cocca, fermata sempre da errori di imprecisione o dalle ottime parate del portiere ospite Rodrigo Rey, la ripresa si apre con l’inaspettato gol di Correa per il vantaggio ospite, che ammutolisce il Cilindro. Il Racing continua ad attaccare a testa bassa e trova il pareggio con Gonzalez al minuto 84, che approfitta della sponda di testa di Cuadra, sugli sviluppi di un corner in cui la difesa mendozina rimane a guardare. Nei minuti finali ci pensa poi Bou a far esplodere di gioia il Cilindro con un potente sinistro che  si spegne sotto la traversa di un incolpevole Rey. Riscattata così l’opaca prestazione della scorsa settimana col Belgrano, facendo a meno anche di un referente importante come Acuna impegnato con la Seleccion, il racing sale a quota 27 punti, a ridosso dalla zona Libertadores distante solo 3 punti. Brutta invece la prova del Godoy Cruz, che dopo aver battuto il San Lorenzo, si è presentata al Cilindro limitandosi a contenere i danni, orfana dell’eroe della  scorsa giornata Pol Fernandez che si è rotto il menisco, si è vista spaesata e deve ringraziare le ottime parate del suo portiere che ha rimandato diverse volte nell’arco dell’incontro il momento della resa.

Atletico Rafaeal 2-2 Estudiantes

Un pari che serve a poco al Pincha, che paga gli errori del portiere Sappa sostituto di Andujar convocato da Bauza con la Seleccion. Ospiti avanti al minuto 26 grazie al gol del colombiano Otero, che dal limite dell’area batte Hoyos con un destro a giro che s’insacca all’angolino basso.  Nella ripresa sugli sviluppi di un calcio di punizione Gudino fa 1-1 colpendo di testa quasi sulla linea di porta. La risposta della squadra di Vivas arriva 2 minuti dopo con uno schema anche questo da calcio di punizione Toledo approfitta della respinta corta di Hoyos e riporta in vantaggio l’Estudiantes.  Quando mancano 8 minuti alla fine dell’incontro ancora una volta da calcio di punizione  la Crema fa 2-2 grazie alla seconda uscita errata da Sappa nel corso della partita,  regalando il pallone a Campi che a porta sguarnita colpisce di testa per il gol del pareggio. Ennesimo passo falso della squadra di Vivas che non riesce a ritrovare quella continuità che l’avevavo contraddistinta all’inizio del campionato.

il programma della 17a:

oggi

Colon-Lanus 21.00

S.M. San Juan-Boca Juniors 21.30

River Plate-Belgrano 23.30

Temperley-Atletico Tucuman 23.30

domani

Aldosivi-Arsenal 01.40

Velez-Huracan 00.00

Talleres-Olimpo 02.15

DyJ-Independiente posticipata