Arevalo Rios ai margini in USA, mondiali a rischio: pronto un ritorno in Uruguay?

Arevalo Rios con la maglia dei Fire (mlssoccer.com)
Arevalo Rios con la maglia dei Fire (mlssoccer.com)

Arevalo Rios è una buon giocatore, ma l’ho utilizzato poco perchè non rientri nei nostri progetti futuri“. Parole dure, pronunciate dal tecnico dei Chicago Fire, franchigia MLS che solo sei mesi fa tesserava il centrocampista della nazionale uruguayana per poi emarginarlo col passare del tempo.

Proprio per questo, in previsione di Brasile 2014, Egidio Arevalo Rios pensa ad un clamoroso ritorno in Uruguay. Clamoroso, sì, perchè le potenzialità e le prospettive per giocare fuori da casa ci sarebbero ancora, ma la posta in gioco è troppo grande per rischiare. Così, a gennaio, tornerà al Palermo per fine prestito, e poi valuterà il da farsi. Nacional e Peñarol rimangono alla finestra, ma dietro spunta anche il Danubio, uno dei club che lo hanno lanciato definitivamente e con il quale si è conquistato la Celeste.

Unico ostacolo, le condizioni economiche, dato che in Uruguay nessuno può permettersi uno stipendio delle dimensioni che ha assunto quello di Arevalo Rios. Ma per andare in Brasile, forse, si potrebbe fare un’eccezione.