Apertura Argentina, 17’giornata: bene Estudiantes e River Plate

Gastòn Fernandez, l'uomo in più dell'Estudiantes

Vince e convince l’Estudiantes di Alejandro Sabela; l’Argentinos Juniors, per un tempo protagonista della partita, si è dovuto arrendere alla vivacità ed alla velocità che i padroni di casa hanno imposto nel secondo tempo.

Il “Bicho“, come detto, è sceso in campo col chiaro intento di sgambettare la capolista ed infatti, dopo aver macinato gioco per mezz’ora, sfrutta un contropiede con Blandi che, con un pallonetto, supera Oriòn e Rius spinge la palla in fondo al sacco senza problemi.

Lo schiaffo fa bene al “Pincha“, che reagisce e poco dopo, al 35′, trova il pareggio: azione sulla sinistra di Benitèz e, come nella giornata scorsa, Gaston Fernandez insacca con un precisissimo “cabesaço“.

La “Gata” è l’uomo in più dell’Estudiantes, da almeno due mesi, è sempre più decisivo tanto che il suo capitano, Veròn, ha speso in settimana parole importanti per lui.

Nella ripresa l’Estudiantes si fa più intraprendente ed arriva il raddoppio sugli sviluppi di un innocuo calcio piazzato di Brana che serve un solissimo Nunez, palla sotto le gambe di Navarro e raddoppio; la partita si chiude ad un quarto d’ora dalla fine, sugli sviluppi di un’altra punizione da sinistra calciata da Benitez.

Cross tagliato in area e stacco imperioso di Mercado; l’ex “Academia” chiude definitivamente la partita e si può festeggiare.

A Santa Fè invece, il Colòn ospita un rinvigorito River, che sotto la cura di J.J.Lopez è imbattuto e vuole presentarsi alla prossima sfida con l’Estudiantes, che vedrà il tanto atteso duello tra Veròn ed Almeyda, gasato a mille.

E’ proprio il “Pelado” Almeyda il grande assente, sostituito dal peruviano Ballon che, con Acevedo, ha composto una mediana tutta grinta e muscoli; davanti, confermatissimi Pavone, Ortega e Lamela.

I gol: al 41′ del primo tempo, sugli sviluppi di un corner, è Moreno y Fabianesi a risolvere una mischia ed a portare avanti il Colòn; il pareggio è del “Coco” Lamela, su una bellissima azione corale dove si contano ben 12 (!!!) passaggi a terra di fila.

La partita, proprio quando sembra avviata sui binari del pari, si risolve: è il 93’minuto quando Pavone appoggia in rete un pallone lavorato da Ortega, scatenando l’esultanza di Lopez e dei migliaia di tifosi “Millonarios” giunti fin quì.

Il River ora è quinto e, cosa più importante, sembra aver risolto l’imbarazzante e pericolante situazione del “Promedio“.