Alla scoperta degli Estaduais 2012 – Gauchão

La guida di calciosudamericano.it ai principali campionati statali del Brasile – Ennesimo capitolo della lotta Internacional – Grêmio: proseguirà la supremazia Colorada o il nuovo Tricolor saprà subito essere competitivo? A fare la differenza potrebbe essere ancora una volta la Libertadores

 

L'Internacional campione uscente è ancora la favorita (Lance!net)

Pochi giorni ormai all’inizio del Campeonato Gaúcho: il 21 gennaio è la data fissata per l’inizio della 93^ edizione del campionato dedicato alle squadre del Rio Grande do Sul. Si riparte dalla certezza Internacional e dall’incognita Grêmio, sapendo in ogni caso che ancora una volta, come accaduto già in 76 occasioni, il titolo passerà quasi certamente da una di queste due squadre. Non ci sono infatti altre formazioni sulla carta in grado di insidiare – ma nemmeno avvicinare – la supremazia delle due grandi rivali: l’unico vero obiettivo di squadre come Juventude, Novo Hamburgo, Cruzeiro-Poa e Caxias è raggiungere la terza posizione, e con essa tutti i vantaggi per il 2013.

LO STATO DEL RIO GRANDE DO SUL – Posto in una strana posizione, quasi estromesso dal resto della federazione brasiliana (confina infatti solo con Santa Caterina, mentre a sud c’è l’Uruguay e ad ovest l’Argentina), il Rio Grande do Sul è comunque uno dei più ricchi tra i ventisette Stati del Brasile: qui si produce quasi il 7% della ricchezza, incentrata in attività industriali e di servizi; famosi sono anche i vini che qui si producono, grazie ad un clima molto simile a quello del mar Mediterraneo. La capitale, Porto Alegre, è uno dei principali porti del continente: per questo qui si concentrano anche una grande varietà di etnie diverse, rappresentanti di praticamente tutte le popolazioni europee ed americane. Una curiosità: è proprio tra il Rio Grande e Santa Catarina che nacque il mito di Garibaldi “eroe dei due mondi”, all’epoca dei moti del 1839.

IL CAMPIONATO – Iniziato tardi rispetto ai grandi tornei statali (1919), il Gauchão ha però una storia decisamente più lineare, non avendo mai conosciuto la contrapposizione tra diversi enti. Mancano però alcune edizioni: nel 1923 e 1924, a causa della guerra civile scoppiata tra sostenitori ed oppositori del presidente Borges de Medeiros. Come accennato, le due grandi rivali portoalegrensi, Internacional e Grêmio, spadroneggiano: dal 1950 ad oggi solo tre squadre hanno saputo infrangere l’alternanza, e così accade che sono firmati Gre-Nal settantasei dei novantadue titoli fin qui assegnati. Un periodo di flessione si era registrato a fine anni Novanta: la Juventude nel 1998 ed il Caxias nel 2000 avevano fatto pensare ad una inversione di tendenza, ma poi i rispettivi crack finanziari (soprattutto quello dell’ambiziosa Juventude, fortemente sostenuta dalla Parmalat) hanno fatto tornare tutto come prima. La formula ricorda quella del Campeonato Carioca: due gironi da otto squadre, sistema Apertura-Clausura (Taça Farroupilha, Taça Piratini), e finale scudetto tra le due vincitrici, qualora non fossero la stessa squadra. Retrocedono nella Segundona due squadre.

LA FAVORITA AL TITOLO – L’Internacional sembra avere qualcosa più del Grêmio: quel qualcosa in più potrebbe passare sotto il nome di “organizzazione”, ciò che ha permesso al Colorado di migliorare nettamente le proprie prestazioni in corso d’opera nonostante il rimpasto totale della dirigenza calcistica e che invece non ha consentito al Tricolor Imortal di uscire dal pantano di una stagione anonima e priva di soddisfazioni. Per questo motivo i biancorossi sono un poco favoriti nella corsa al campionato: questo nonostante il rischio concreto di dover salutare il bomber Leandro Damião, il contemporaneo impegno in Libertadores e il consistente mercato che dall’altra parte stanno cercando di fare.

LA PRIMA GIORNATA – Si comincia sabato 21 gennaio con due anticipi: le prime due squadre in campo saranno la neopromossa Cerâmica e la Juventude, alle 20 italiane, seguite da Novo Hamburgo – São José alle 22.30. Domenica in campo le big: Grêmio all’Olimpico contro il Lajeadense, Internacional in trasferta sul campo della neopromossa Avenida. Completano il quadro Cruzeiro-Poa – Santa Cruz, Veranópolis – Canoas, Pelotas – São Luiz e Caxias – Ypiranga Erechim.