Aimar-River: el Payaso torna al primo amore, 14 anni dopo

Il calcio romantico, soprattutto intorno alle latitudini sudamericane, è ancora presente. Un movimento calcistico, quello sudamericano, che spesso deve piangere le partenze dei talenti migliori verso campionati meno competitivi e affascinanti, ma decisamente più ricchi. Un movimento calcistico, però, che riesce ancora ad emozionarsi per Riquelme, Kakà e Recoba: genialità calcistiche in via di estinzione, che dopo tanto peregrinare per l’Europa fanno sempre ritorno nella terra natia, a cui devono tanto, forse tutto.

Ai già citati campioni, si deve aggiungere da ieri Pablo César Aimar Giordano, classe 1979 e un buffo soprannome, el Payaso, che si è portato in giro per il globo fin da Rio Cuarto, città tra le più importanti della provincia di Cordoba.aimar
Il trequartista 35enne, infatti, ha accettato l’offerta dell’amico ed ex compagno Marcelo Gallardo e deciso di fare ritorno al River Plate, 14 anni dopo il suo ‘arrivederci’ al popolo millonario. Dal 4 gennaio sarà a disposizione del tecnico di Merlo per la pre-season dei Millonarios, pronto a chiudere la sua entusiasmante carriera con il club del suo cuore.

In carriera Aimar ha vestito anche le casacche di Valencia, Real Saragozza, Benfica e Johor (Malaysia), sua ultima squadra, dalla quale si è svincolato ad aprile. Ha giocato 53 partite con la nazionale argentina, andando a rete per 8 volte e nel suo palmarés ha collezionato 4 titoli argentini, 2 campionati spagnoli, 1 scudetto portoghese, 4 coppe di lega col Benfica, 1 Copa Libertadores nel 1996, 1 Coppa Uefa e 1 Supercoppa Uefa (con il Valencia). Con l’Argentina under-20 ha vinto un campionato sudamericano di categoria e un Mondiale, entrambi nel 1997.

  • Manuel

    Grande Aimar!!! Giocatore di buonissimo livello nei suoi migliori anni, secondo me poteva fare molto di più nella sua carriera rispetto a quanto fatto! Speriamo che ora con il suo club del cuore,il River si tolga ancora qualche soddisfazione!

    Ps, ho letto che potrebbe tornare anche Javier Saviola altro idolo millionarios, a Verona non sta facendo un granchè e chissà non torni anche lui nel suo club in vista della Libertadores!

    • http://andreabracco.blogspot.it/ Andrea Bracco

      Si parla anche di Saviola, però ad oggi i primi obbiettivi del River Plate a me risultano Rigoni del Belgrano ed Ayovi del Godoy Cruz.

  • Manuel

    Ok, bè sarebbero 2 grandi acquisti secondo me anche loro…Ayovi torna al tijuana da dove era in prestito forse sono interessati anche loro a cederlo!