Via allo Scolari bis: Wembley ospita Inghilterra-Brasile, amichevole solo sulla carta

Ronaldinho-Neymar all'assalto dell'Inghilterra

Ronaldinho-Neymar all’assalto dell’Inghilterra

Inghilterra-Brasile è un’amichevole, sì, ma soltanto sulla carta. Sono tanti i motivi di interesse che animano il match, organizzato per i 150 anni della Football Association e utile alla Seleção per iniziare il percorso verso la Confederations Cup. A partire dal fatto che si gioca a Wembley, e con un’atmosfera e uno scenario del genere, nonostante l’arco al posto delle due torri, nessuna partita potrà mai essere perfettamente normale.

SCOLARI BIS – Di fronte, in uno degli impianti più mitici e suggestivi del mondo, due potenze. L’Inghilterra non ha vinto che un Mondiale, guarda caso in questo stesso stadio, nel 1966. Ma si gloria di aver inventato il calcio. Il Brasile, grazie allo studente Charles Miller che nel 1984 tornò in patria dopo un viaggio studio a Southampton, il calcio l’ha fatto suo, l’ha chiamato futebol, l’ha intriso di samba e leggerezza e concretizzato in trofei. Quattro Coppe del Mondo, l’ultima nel 2002 in Corea del Sud e Giappone, con Luiz Felipe Scolari in panchina. E proprio Felipão torna dopo 11 anni per traghettare verso il Mondiale casalingo una nazionale che non può sbagliare l’appuntamento, come fecero i nonni nel 1950 con l’Uruguay. Esordisce stasera contro quella che anni fa avrebbe potuto essere la sua nazionale. “Mi fecero una proposta, ma ero sotto contratto con il Portogallo e così non se ne fece nulla” le parole pronunciate ieri dall’ex allenatore del Palmeiras, tornato tra qualche conferma e tante novità. Come l’ex interista Júlio César, la cui convocazione ha suscitato in Brasile più di una critica. Come il mancino Dante, arrivato a vestire la maglia della Seleção a 29 anni e subito gettato nella mischia dal 1′. O come il ritorno di Ronaldinho, unico reduce dal trionfo nippocoreano, giubilato da Mano Menezes e poi tornato in auge con l’Atlético Mineiro, fino a raggiungere la tanto agognata presenza numero 100 con l’amarelinha. Centesimo cap anche per Ashley Cole, in campo al pari di Rooney ma non di Defoe, Carrick e Sturridge, che non sono a disposizione di Hodgson. Nel Brasile, Luis Fabiano è favorito su Fred davanti, assieme all’intoccabile Neymar. Calcio d’inizio alle 20.30 italiane, diretta su Sky Sport, Sky Supercalcio e Sky Calcio 1.

Probabili formazioni

Inghilterra (4-2-3-1): Hart; Johnson, Cahill, Jagielka, Cole; Wilshere, Cleverley; Milner, Gerrard, Rooney; Walcott. Ct Hodgson

Brasile (4-2-2-2): Julio César; Dani Alves, David Luiz, Dante, Adriano; Ramires, Paulinho; Oscar, Ronaldinho Gaúcho; Neymar, Luís Fabiano. Ct Scolari

Arbitro: Pedro Proença (POR)