River Plate, Funes Mori saluta: il Benfica nel suo futuro

Funes Mori durante la presentazione

Funes Mori durante la presentazione

Rogelio Gabriel Funes Mori è un nuovo giocatore del Benfica. L’attaccante del River Plate era da tempo nel mirino delle Aguiás, che con il blitz decisivo a Buenos Aires si sono assicurate le prestazioni del classe 1991 per la bellezza di cinque stagioni. Dunque Rui Costa, dirigente dei lusitani, si dimostra ancora sensibile al mercato argentino, seguito da qualche anno con l’ultimo innesto di luglio, Lisandro Lopez, a continuare questa tradizione.

Funes Mori ha anche rilasciato le prime dichiarazioni alla tv ufficiale del club: “Sono molto felice di essere qui. Per me è un sogno che si avvera visto che ho sempre sperato di poter giocare in un club importante come il Benfica. Questo è il club più importante del Portogallo e io farò tutto il possibile per aiutare la squadra a vincere”.

Asse Argentina – Europa: il destino di Funes Mori, Zapata e Guzmán

Le negoziazioni sulla tratta Argentina – Vecchio Continente, si sa, sono sempre state molto frequenti. Giovani talenti, grandi promesse e qualche bidone albiceleste hanno sempre avuto un ruolo protagonista nel calciomercato estivo.
In questi giorni, in particolare, tre trattative stanno prendendo piede.

El Melli, 22anni, vicino al Benfica

El Melli, 22anni, vicino al Benfica

Sfumato definitivamente il passaggio di Rogelio Funes Mori al Godoy Cruz, il River sembra volersene disfare in ogni caso. Passarella da due anni gira l’Europa offrendo il calciatore 22enne, che non rientra più nei piani del club. Il Portogallo è sempre stato sensibili a certi tipi di talenti, soprattutto se provengono dall’Argentina ed è così che è (ri)nata la trattativa con il Benfica: il club lusitano vuole affondare il colpo decisivo, ma l’accordo con i millonarios non è semplice da trovare. I portoghesi hanno offerto 4 milioni di euro per il cartellino del giocatore, mentre gli argentini ne hanno richiesti 2 più il trasferimento a titolo definitivo di Rodrigo Mora, che andrebbe a colmare le immense lacune – in termini numerici – in attacco. Possibile che nelle prossime ore l’affare si sblocchi.

Un altro classe 1991 è pronto a lasciare il calcio argentino. Stiamo parlando di Duván Zapata, punta centrale dell’Estudiantes, tra i migliori del Pincha nel Final passato. Sul giovane ariete colombiano è sempre stato vigile il neo-promosso Sassuolo, ma l’offerta giusta non è mai arrivata  nei dintorni di La Plata; si è mosso invece con rapidità e concretezza il Queens Park Rangers, team inglese precipitato in Championship dopo l’ultima stagione in Premier League.
Il contratto del talento sudamericano scade a giugno 2014 e l’Estudiantes vuole a tutti i costi evitare di perdere a parametro zero il proprio gioiello. In serata è prevista una riunione per valutare l’offerta degli inglesi, vicina ai 4 milioni di dollari richiesti dalla dirigenza del León.

Nahuel Guzmán, richiesto dal Tata al Barça

Nahuel Guzmán, richiesto dal Tata al Barça

L’ultima voce di mercato proviene dalla Spagna e ha a che fare con Gerardo Martino. Il Tata, neo allenatore del Barcelona, vuole infatti mettere sotto contratto Nahuel Guzmán , portiere da lui allenato nella sua esperienza al Newell’s.
Victor Valdes, attuale numero 1 del Barça, si svincolerà a parametro zero dai catalani a fine stagione e Martino vuole avere subito a disposizione l’estremo difensore che lo sostituirà, per permettergli un anno di ambientamento al calcio spagnolo e alla squadra.
L’arquero di Rosario, 27 anni e una valutazione non superiore al milione di euro, sarebbe entusiasta di tornare a lavorare con Gerardo Martino e la possibilità di indossare la maglia dei Barcelona è uno stimolo ulteriore ad accettare un’eventuale chiamata. Il direttore sportivo blaugrana, Zubizarreta, ha preso in carico la richiesta del Tata e provvederà subito a gettare le basi per la riuscita dell’affare.

L’Arsenal perde i pezzi: Lopez al Benfica, Benedetto al Tijuana

Lisandro Lopez: futuro al Benfica.

Lisandro Lopez: futuro al Benfica.

L’Arsenal de Sarandì perde i pezzi in vista della prossima stagione. Lisandro Lopez e Dario Benedetto, perni della compagine diretta da Alfaro, cambieranno aria e lasceranno due vuoti importanti all’interno del club del Viaducto.

Il difensore argentino inizierà la sua esperienza in Europa dal Portogallo ingaggiato dal Benfica, dato che l’accordo tra le Águias e l’Arsenal de Sarandì – si legge su A Bola – è ormai stato raggiunto. Il trasferimento dovrebbe essere ufficializzato domani, ovvero dopo l’ultimo impegno stagionale del club argentino. Ancora sconosciute le cifre dell’operazione.

Saluta l’Argentina e vola in Messico il centravanti Dario Benedetto che firma un biennale con gli Xolos di Tijuana. Attaccante moblie, veloce e dal tiro potente, Benedetto lascia l’Arse dopo tre stagioni e passa ad uno dei colossi messicani degli ultimi anni – ex campioni in carica – per due milioni di dollari.

Benfica: Alvarez Balanta nel mirino, la chiave è Rodrigo Mora

Eder alvarez Balanta, difensore del River Plate che piace a tutti.

Eder alvarez Balanta, difensore del River Plate che piace a tutti.

Secondo il quotidiano portoghese A Bola, il Benfica avrebbe messo gli occhi su Eder Alvarez Balanta, difensore classe 1993 di nazionalità colombiana che in questo semestre sta facendo impazzire gli addetti ai lavori con le sue prove di personalità e sicurezza in mezzo alla difesa del River Plate.
Il centrale mancino è da un paio di settimane obiettivo di alcuni club europei, ma se in Italia su di lui si è fatto solo un timido sondaggio, a Lisbona pare che per ottenere il cartellino di Balanta si faccia sul serio.

Infatti le Aquile metterebbero sul piatto l’intero cartellino di Rodrigo Mora, attaccante uruguagio di proprietà lusitana che nei giorni scorsi ha fatto sapere di non voler lasciare Buenos Aires ed i Millonarios. Potrebbe essere proprio il cartellino del bomber a convincere il presidente Passarella che di suo, ad oggi, deve ancora offrire un contratto da professionista a Balanta che infatti non può essere impiegato oltre un certo numero di minuti.

Rolan, ciao ciao Udinese: il Bordeaux rilancia l’offerta del Benfica

Nella foto, Diego Rolan in maglia Defensor.

Ci sarebbe anche il Bordeaux sulle tracce di Diego Rolan, attaccante classe 1993 del Defensor Sporting che sta ben impressionando al Sudamericano di categoria.

Secondo quanto riportato dal portale itasportpress, Rolan andrebbe a sostituire Yoan Gouffran trasferitosi in questa sessione di mercato al Newcastle. Su Rolan vi sarebbe pure l’interesse di Lazio ed Arsenal che va ad aggiungersi alle pretendenti portoghesi.

Una su tutte, il Benfica: la soceità di Lisbona è infatti l’unica ad aver fatto pervenire un’offerta alla Violeta che ha fatto vacillare il Presidente Dante Prato che ha bloccato l’operazione ormai andata in porto con l’Udinese. I friulani, dopo questa mossa, si sarebbero ritirati dalla trattativa lasciando pista libera al Bordeaux, libero di rilanciare l’offerta del Benfica che si aggira sui 4 milioni di euro.

Defensor Sporting: duello Udinese – Benfica per Federico Pintos

Federico Pintos: Udinese o Benfica nel suo futuro?

Continua il duello tra Udinese e Benfica per Federico Pintos. La mezz’ala destra classe 1992, cresciuta nel vivaio del Defensor Sporting e in organico a tutt’oggi, è da tempo sul taccuino degli osservatori friulani da sempre attenti ad un calcio in ascesa come quello sudamericano.

Nelle ultime ore però il Benfica pare essersi inserito con un intervento duro, quasi a gamba tesa, mettendo sul piatto una cifra che avrebbe fatto fermare le operazioni addirittura dal Presidente della Viola, Dante Prato, che prima di prendere qualsiasi decisione vuole consultarsi con il suo staff per valutare il da farsi. L’Udinese rimane comunque un passo avanti rispetto al club portoghese, in quanto su questo ragazzo ci lavora da tempo e ha potuto parlargli anche di quali sarebbero le cifre eventualmente sul piatto.

Le prossime ore potrebbero essere decisive.

Riquelme: futuro in Europa?

Juan Roman Riquelme

Un club del vecchio continente starebbe per concretizzare un’ offerta per l’ex bandiera del Boca, nel caso a Riquelme venga prospettato un contratto che soddisfi le sue richieste, si aprirebbero per Roman  le porte dell’ Europa per una seconda volta.Quando sembrava quasi tutto definito fra Riquelme ed il Palmeiras, il numero 10 ha posticipato la sua risposta definitiva al club brasiliano poichè ci sarebbe una squadra partecipante all’ Europa League interessate alle sue prestazioni sportive. Le pretendenti potrebbero essere il Benfica, il Levante e l’ Atletico Madrid del “Cholo” Simeone, tutte squadre qualificate ai 16esimi della competizione europea.

La squadra lusitana deve sostituire il trequartista Pablo Aimar, trasferitosi negli Emirati Arabi all’ Al Ahly e vista la gran amicizia fra Riquelme e “el Payaso” quest’ultimo potrebbe aver suggerito la soluzione Benfica al crack ex-Boca. Al tempo stesso anche Diego Pablo Simeone stravede per “el Mudo”, ricordiamo che lo richiese piu’ volte ai tempi in cui allenava il Racing de Avellaneda; inoltre i “colchoneros” in passato hanno ufficialmente richiesto Riquelme altre due volte: la prima richesta fu di Carlos Bianchi, l’altra avvenne ai tempi della guida tecnica di Javier Aguirre. La candidatura del Levante pare meno probabile.

Ecco spiegato perchè Riquelme non ha dato una risposta definitiva al Palmeiras (oggi ci sono le elezioni presidenziali, i due candidati sono Décio Perin e Paulo Nobre, Roman intende aspettare il vincitore per poterne discutere la proposta di contratto..) tuttavia l’intenzione del trequartista è quella di attendere fino alla fine una chiamata dall’altra parte dell’ Atlantico, in caso contrario accetterebbe le avances del “Verdao” mantenendo comunque parecchi dubbi su un esperienza nella serie cadetta brasiliana.

Arnaldo Tirone, attuale presidente del Palmeiras, la scorsa settimana ha dato l’affare come chiuso al 50%, in effetti il “Verdao” è l’unica squadra ad aver offerto 200mila dollari, nemmeno l’ Atletico Mineiro parrebbe interessato (giorni fa si era vociferato addirittura di una chiamata di Ronaldinho per convincere Roman) ed anche il Fluminense si è ritratto viste le cifre ritenute troppo alte, nonostante l’allenatore Abel Braga straveda per l’ex 10 xeneize.

Dopo sei anni Roman tornerà a giocare in Europa oppure , suo malgrado, accetterà l’offerta del Palmeiras?

Centurión: dopo il Porto, ecco il rilancio del Benfica

Adrián Centurión, conteso in Portogallo

Settimana scorsa era giunta notizia della prima offerta ufficiale di un club europeo per il gioiellino dell’AcademiaAdrián Centurión. Il club in questione era il Porto e la proposta economica era di tutto rispetto, per un ragazzo classe 1993, che nonostante il talento immenso che mette in mostra ad ogni apparizione, deve ancora crescere sotto alcuni punti di vista: 10 milioni di dollari più una percentuale sulla futura ed eventuale cessione ad un altro team. Il Racing aveva preso tempo e, in seguito, deciso di non accettare le condizioni proposte dalla squadra portoghese, sicura del facile mercato (anche a cifre maggiori) che avrà il gioiello di Buenos Aires e, secondo motivo, perché non voleva liberarsi del centrocampista a gennaio. La dirigenza è stata chiara: il 19enne rimane ad Avellaneda fino a giugno.
Dall’Argentina giunge oggi una nuova pretendente per Centurión, che soddisferebbe maggiormente le richieste del Racing: si tratta del Benfica. Il club portoghese ha alzato l’offerta fino a 14 milioni di dollari (senza nessuna percentuale per l’Academia sul futuro trasferimento del giovane) ed è disposto a lasciarlo in Argentina fino a giugno, secondo le volontà della società di appartenenza.
Il Racing si riserverà ancora tempo per valutare e decidere, ma c’è da scommettere che queste prime due offerte non sono che l’inizio dell’asta che si scatenerà per giugno sul giocatore. In Argentina aspettano anche la prima mossa dei club italiani…

Benfica – Bella: l’offerta è servita

Iván Bella, 23 anni (foto: andreabracco.blogspot.com)

Il grande cammino del Vèlez nel Torneo Inicial argentino di quest’anno ha messo in luce molti giocatori, su tutti il goleador della squadra, Facundo Ferreyra. Per il bomber si sono mosse già alcune squadre europee (Parma e Genoa su tutte); anche il talento cristallino di Iván Bella non è passato inosservato ai tanti talent scout europei, in particolare gli emissari del Benfica hanno steso rapporti entusiasti sull’italo-argentino.
Bella, soprannominato El Gaìdo, è un centrocampista di fascia sinistra, che può essere utilizzato anche sul lato opposto: classe 1989, ha festeggiato quest’anno le 100 presenze con la maglia del Fortín e si è affermato come pilastro del centrocampo del club capolista al momento. In campionato, 13 presenze e una rete, che fanno bella mostra assieme alla rete dello scorso maggio siglata in Copa Libertadores, di fronte all’Atlético Nacional.
Le Águias lusitane hanno presentato una prima offerta per il giocatore, di 4 milioni di euro. Il giovane talento è già stato paragonato da molti al connazionale Di Maria, attualmente al Real Madrid, ma transitato anch’egli per il Benfica.

Martínez sulle orme di Falcao, Villarraga tentato dal Benfica

Jackson Martinez (foto:espn.com)

La Primeira Liga portoghese si arricchisce di due elementi del calcio colombiano, una stella indiscussa e un giovane molto promettente sono infatti ad un passo dalla firma con Porto e Benfica. Il primo è il capitano e numero 9 dei Jaguares de Chiapas, club di prima divisione messicana e risponde al nome di Jackson Martínez. La punta centrale, classe 1986, ha confermato di aver già trovato l’accordo con il Porto e di essere entusiasta di questa possibilità; ora le due società coinvolte devono limare i pochi dettagli ancora in bilico prima di rendere ufficiale il trasferimento. Il giocatore, punto fermo della nazionale colombiana di José Pekerman, tenterà di seguire le orme di un altro suo connazionale, Radamel Falcao, anch’egli esploso nel Vecchio Continente con la maglia dei Dragões. Si pensa che l’affare verrà chiuso sulla base di una cifra di poco inferiore ai 10 milioni di euro.
Il Benfica è invece ad un passo da un altro colombiano, attualmente sotto contratto con l’Independiente Santa Fe. Si tratta del 22enne Ricardo Villarraga, terzino sinistro di 1,83 che si è messo in mostra proprio con i Cardenales. In questo caso l’approdo del difensore sudamericano si avrà con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore dei lusitani, che faranno di Villarraga una valida alternativa ai titolari delle Águias.