Ecuador – Emelec senza freni, prima vittoria per la LDU Quito di Zubeldia

Foto Joffre Flores/El Comercio

Foto Joffre Flores/El Comercio

Terza giornata di campionato in sette giorni e la certezza è sempre e soltanto una, l’Emelec. I campioni d’Ecuador in carica, reduci da una settimana di riposo grazie al rinvio della gara con il Deportivo Quito, fanno divertire il pubblico del George Capwell: il Deportivo Cuenca resiste soltanto nove minuti prima che Denis Stracqualursi finalizzi una fantastica azione degli electricos, che raddoppiano tre minuti dopo con Miller Bolaños. Nella ripresa arriva il 3-0, messo a segno da Mondaini su rigore; il Diablo, costretto ad uscire da un infortunio, lascia poi spazio a Luis Miguel Escalada, che torna a vestire la maglia con cui otto anni fa fu capocannoniere della Serie A ecuadoriana.

Il Bombillo resta così l’unica squadra a punteggio pieno: l’Olmedo non va infatti oltre lo 0-0 con il Deportivo Quito, in una partita degna di nota soprattutto per la presenza sullo sfondo di una grande colonna di fumo, risultato delle attività del vulcano Tungurahua.

Vulcanica, ma soltanto sul campo, la partita tra Universidad Católica e Independiente: due delle maggiori sorprese dello scorso anno si danno battaglia e ne esce un incontro spettacolare, chiuso sul 4-3 per il Trencito Azul. Sette giocatori diversi finiscono sul tabellino dei marcatori, ma è da ricordare soprattutto il gol della giornata, realizzato dal capitano dei padroni di casa, Facundo Martínez, autore di un gran tiro dalla distanza.

Prima gioia della stagione per la LDU Quito, che nel derby con El Nacional coglie la prima vittoria dell’era Zubeldia: gli albos, dopo aver sbagliato un rigore nel primo tempo con Matamoros, trovano l’unico gol della partita con Bolaños a inizio ripresa. Terza sconfitta in tre gare per l’equipo militar, che sembra tornato quello di inizio 2013.

Continua a non convincere il Barcelona, che nonostante la temibile coppia gol Nieto-Laurito torna dalla trasferta di Loja con un punto: Saucedo porta i toreros in vantaggio, l’argentino Carando pareggia i conti. Trasferta amara per Perlaza, che come un anno fa si vede espellere al Reina del Cisne, lasciando i suoi in inferiorità numerica per venticinque minuti.

Stesso risultato tra Mushuc Runa e Manta, ma per il Ponchito è un punto storico, il primo conquistato in Serie A: merito del gol dell’esperto Edmundo Zura, cui risponde per il Manta l’argentino Javier Grbec.

Risultati:

Olmedo-Deportivo Quito 0-0

Universidad Católica-Independiente 4-3

LDU Quito-El Nacional 1-0

Manta-Mushuc Runa 1-1

LDU Loja-Barcelona 1-1

Emelec-Deportivo Cuenca 3-0

Classifica Primera Etapa:

Olmedo 7

Universidad Católica 7

Emelec 6*

LDU Loja 5

Independiente 4

Barcelona 4

LDU Quito 4

Manta 4

Deportivo Cuenca 2

Muschuc Runa 1

Deportivo Quito 1*

El Nacional 0

(* una partita in meno)