ARGENTINA INICIAL 2013 – San Lorenzo

Hinchada San LorenzoNe ha fatta di strada El Ciclón da quel lontano 1908, quando l’ennesima morte di un ragazzo investito durante una partita in strada, spinse il prete salesiano Lorenzo Massa a concedere finalmente a Los Forzosos de Almagro, il cortile della sua parrocchia per lo svolgimento delle partite, in cambio della presenza domenicale dei giovani calciatori alla messa.
Da quel momento Il Club Atlético San Lorenzo de Almagro, una delle “cinque grandi del calcio argentino”, la cui hinchada “La Gloriosa Buteler” è una delle più calde, passionali ed originali di tutto il continente, ha cambiato due stadi, vinto 14 Campionati argentini, 1 Coppa Sudamericana ed 1 Coppa Mercosur regalando emozioni senza prezzo ai suoi fan.

Los Cuervos (i corvi, dagli abiti neri che indossavano i preti della parrocchia natale), si presentano a questo Inicial galvanizzati dall’ottimo piazzamento ottenuto nella passata temporada (4° posto a pochi punti da big come il Lanús, il River Plate o il Newell’s Old Boys) e consapevoli di avere in Papa Francesco (fedele sostenitore) un protettore in più, che non si sa mai possa essere di buon auspicio per la realizzazione di un sogno che la piazza di Boedo attende con pazienza da ben 6 anni e che di sicuro si meriterebbe.

IL MERCATO – In entrata, los Santos, acquistano i giovani di prospettiva Elizari (Quilmes), Juan Ignacio Cavallaro (Unión de Santa Fe) e Fontanini (Atlético de Rafaela), i portieri Sebastián Torrico (Godoy Cruz) e Darío Álvarez (Espanyol), l’attaccante Cauteruccio reduce da 35 gol negli ultimi due anni (Quilmes), lo straripante laterale difensivo Emmanuel Mas (24 anni e già 107 presenze con il San Martín de San Juan). Insomma una campagna acquisti formata da un buon mix di giovani di prospettiva, giocatori affermati di valore e veterani della Primera División. Tra gli arrivi troviamo anche Néstor Ortigoza di ritorno dal prestito all’ Emirates Club.
Tra i rinnovi importanti poi troviamo il centrocampista Nacho Piatti (vecchia conoscenza del calcio italiano tra le fila del Lecce), Juan Mercier e l’esperto difensore Santiago Gentiletti.
Tra le cessioni, invece, El CASLA, manda in prestito Franco Jara al Benfica e cede el puntero Stracqualursi al Emelec (Ecuador). Inoltre cede il portiere Matías Ibáñez all’Argentinos, Fernando Meza all’Olimpo, Damián Martínez (Aldosivi), Emiliano Tellechea (Instituto), Matías Mirabaje (Argentinos Juniors), ma soprattutto il portiere storico del club, quel Pablo Migliore (Dinamo Zagabria) venuto alla ribalta pochi mesi fà per lo scandalo del favoreggiamento dell’omicidio della barrabrava del Boca.

LA SQUADRA - Juan Antonio Pizzi è un esperto tecnico argentino che plasma le sue creature con un modulo di gioco ordinato ma offensivo che può passare dal classico 4-2-3-1 al 4-4-2. El Ciclon quest’anno si presenta come una squadra molto competitiva a partire dalla difesa, in cui oltre ai confermatissimi Gentiletti, Prósperi e Alvarado arriva l’esplosività e la spinta del giovane Mas. Il centrocampo è probabilmente il reparto più completo del San Lorenzo, che può contare su giocatori di indubbia esperienza internazionale come Romagnoli o Piatti, su altri importanti punti fermi come Kalinski e Buffarini, o infine su indiscutibili promesse di sicuro talento come Correa (classe 1995 ma già seguito da mezzo mondo). Per l’attacco il discorso è un pò più complicato perchè El Ciclon deve rinunciare alla punta Stracqualursi, abile nel fare tanto lavoro sporco in area avversaria, per puntare sul bomber Cauteruccio e su Gonzalo Veron. Il campo dirà se Los Gauchos de Boedo avranno fatto la scelta giusta o no.

LA STELLA – Il simbolo, l’idolo indiscusso de los hinchas del Club Atlético San Lorenzo de Almagro, è senza dubbio il suo numero 10, colui che calcisticamente è nato a Boedo e probabilmente lì concluderà la sua carriera. Stiamo Parlando di Leandro Romagnoli, il fantasista argentino che ha diviso la sua carriera tra il San Lorenzo, il Veracruz e lo Sporting Lisbona conquistando 1 campionato argentino, 4 coppe portoghesi, 2 coppe sudamericane ed 1 campionato del mondo under-20. El Pipi è amato dai tifosi non solo perchè è un buon giocatore, non solo perchè ci mette l’anima in ogni partita che fa, sacrificandosi, correndo su una gamba e sudando sangue se necessario (memorabile la stagione 2011-2012 giocata praticamente con il ginocchio rotto).
Leandro, dalle parti del Gasometro, è stimato perchè si emoziona per questa maglia, perchè piange quando le cose non vanno come vorrebbe, perchè fa beneficienza e non ha paura di prendersi le responsabilità, di mettere la faccia davanti alla gente e di parlare alla dirigenza. Grande personalità e grande carisma accompagnati purtroppo nella sua carriera da parecchi infortuni fisici, affrontati sempre con testa bassa e amore per la maglia.

LA FORMAZIONE – (4-2-3-1) Alvarez, Gentiletti, Prósperi, Emmanuel Mas, Alvarado, Kalinski, Ruiz, Buffarini, Romagnoli, Correa, Cauteruccio. All: Pizzi.

24 anni, studente universitario, Ingegnere Aerospaziale, Steward, Promoter, Dj, Regista radiofonico, Scaffalista, Cameriere, Mystery auditor.....tra le attività svolte mancava giusto quella di scrittore sportivo di Calcio SudAmericano.
Viaggiatore da sempre, amante del mondo, passa un breve periodo della sua vita in Argentina e ciò rivoluziona radicalmente la sua idea di sport, ma ancor prima di vita.
Segue con interesse tutto ciò che lega il calcio alla gioia, alla passione, alla storia, ad un emozione.
Si descrive come un quindicenne innamorato del calcio più bello del mondo: italiano?inglese?spagnolo?Ma per favore...quello argentino.

9 risposte a “ARGENTINA INICIAL 2013 – San Lorenzo”

  1. marco cortini

    …oltre a Correa degni di menzione gli altri due pibes in rampa di lancio,Leandro Navarro ed Hector Villalba,faranno senz’altro parlare di se e diventeranno dei pezzi pregiati di mercato…. senza dimenticare Alan Ruiz..

  2. fernando barone

    Ciao, sapete se SportItalia continuerà a seguire la Primera Division anche per la stagione 2013/2014?Domenica 4/08 comincia l’apertura ma non c’è alcun comunicato, nessuno spot in merito e sono parecchio preoccupato!!

    Grazie e ciao!

  3. Stefano Silvestri

    Come ho scritto anche nei commenti all’altro articolo, Sportitalia non trasmetterà più il campionato argentino, e Stefano Borghi lascia per andare a Fox Sports. I diritti dell’Inicial dovrebbe averli presi proprio la Fox (per Mediaset Premium), che però inizia a trasmettere solo dal 17. Quindi fino alla terza giornata si andrà di streaming e stop.

  4. Bincho

    Qualche novità sui diritti per l’Inicial 2013?

  5. Stefano Silvestri

    Nessuna novità, purtroppo. La notizia riguardante Fox Sports era evidentemente una bufala. A questo punto direi che almeno l’Inicial ce lo dovremo vedere tutto in streaming (il che non è necessariamente un male).

  6. dale boca dale boca

    una bufala grandissima. il vecchio streaming non è mai male con i telecronisti argentini che sono uno sballo. e su stefano borghi si sa qualcosa?dato che lo adoro quando racconta le partite.

  7. Stefano Silvestri

    Pure il buon Borghi, da quel che mi ha raccontato qualche tempo fa, passerà a Fox Sports.

  8. dale boca dale boca

    stefano avevi ragione. oggi borghi commenterà la partita dell arsenal su fox. complimenti sempre informatissimi. ciao e buon campionato a tutti

  9. Stefano Silvestri

    Già, sentito pure io. Grande acquisto per Fox, e del resto per lui non aveva più senso restare a SI visto quel che è diventata.

Lascia una Risposta

Close